ainet

La scaletta della propaganda delle Iene.

In informazione on febbraio 24, 2011 at 10:38 am

La puntata di cui parliamo è quella di ieri sera, ma potrebbe essere una puntata qualsiasi, la scaletta della propaganda delle Iene è sempre uguale a stessa, vediamola insieme:

1) Quanto si sta male in Italia (e com’è bella invece la Svizzera…o il Congo, a scelta)

2) Com’è brutta e cattiva la Lega

3) Come sono buoni e bravi gli extracomunitari ( ieri sera erano i Senegalesi perché, vendendo in Italia  senza licenza prodotti spesso contraffatti ed evadendo le tasse, mandano poi la nostra valuta pregiata, depauperando il nostro paese, in Senegal, dove avviano lucrose attività commerciali)

4) Ciliegina sulla torta l’attacco immancabile a Berlusconi e al Papa da parte del duo Luca e Paolo ( quelli che hanno letto ed esaltato il pensiero del maggior ideologo comunista, Antonio Gramsci, durante Sanremo), degnamente accompagnati dalla coattissima, siliconatissima e scosciatissima Ilary Blasi (purtroppo però la pelle esterna inizia a cedere) vestita come quella che a Roma chiamerebbero, usando un termine assai meno elegante di escort,  “una battona”, probabilmente per attirare un numero più alto di telespettatori a guardare l’indottrinamento ideologico proposto dalle Iene.

.

SKY TG24 e Radio24: 100% sinistra.

In informazione on febbraio 13, 2011 at 11:35 am

Oggi programmazione tutta dedicata alla sinistra, dei giornalisti “progressisti” di Sky (e anche su Cielo, il canale in chiaro sul digitale terrestre di Sky, perché se film e partite sono a pagamento, la propaganda mascherata da informazione dev’essere diffusa a tutti).

Lunghissima intervista al PD  Zingaretti e servizi sulla manifestazione delle donne antiberlusconiane a go-go (rigorosamente senza contraddittorio).

Su Radio24 intervista ai conduttori di un programma di satira politica  (in realtà propaganda antiberlusconiana) in onda su Sky1.

 

.

.

.

.

.

 

Pillole di informazione antigovernativa.

In informazione on febbraio 6, 2011 at 4:33 pm

Gene Gnocchi, ospite di Zelig, ci ha regalato il solito personale comizio antiberlusconiano.

Su Radio24, la radio di Confindustria, tutte le mattine, alla fine del Tg di maggior ascolto, quello delle ore 8, ci godiamo “il graffio” di Dario Ceccarelli, la quotidiana “battuta” contro Berlusconi, che riprende più o meno le tesi di Repubblica.

.

.

.

.

.

.